Flags of our fathers

Non esistono più le bandiere di una volta.

Chissà quante volte vi sarà capitato di sentir dire questa frase fatta, riferita perlopiù ai calciatori che ormai cambiano sempre più spesso maglia.

Ma a quanto pare qualcosa si muove pure nel senso reale del termine.

É di tre giorni fa infatti la notizia per cui Sandro Olivieri, esponente della Mpa di Raffaele Lombardo e vicepresidente del Consiglio Comunale di Palermo, a nome del suo illustre partito, sta promuovendo una petizione per far sì che scompaia dal vessillo siculo il simbolo della Trinacria, che secondo il sedicente politico non è altri che una rappresentazione pagana che mal si addice ai valori cristiani del popolo siculo e a quelli che il suo movimento intende perpetuare.

Al di là dei discorsi, comunque importanti, riguardo la tradizione che questa gloriosa bandiera ripone nei siciliani, è utile ricordare che questo è stato il vessillo impugnato dai rivoluzionari durante i leggendari Vespri Siciliani del 1282, quando tutto il popolo dell’Isola combattè sino alla morte per scacciare via gli Angioini.

Ma tutto ciò per Olivieri e il suo partito non è abbastanza cristiano, pazienza.

La triscele che racchiude tutta l’antica Storia della Sicilia e la sua origine mitologica, legata ai fulgori della civiltà della Magna Grecia, è carta straccia, misera iconografia pagana agli occhi della Mpa.

I cinque governi completamente cambiati da cima a fondo in due anni e mezzo di governo regionale sono molto cristiani.

Così come quello che viene fatto per combattere mafia, dissesto dei trasporti e delle autostrade, traffico, disoccupazione, corruzione, nepotismo e clientelismo. Cioè nulla.

L’importante è che la bandiera siciliana sia cristiana.

Questo è quello che l’Mpa intende fare e s’impegna con tutto se stesso, imitando nel meglio il peggio della Svp altoatesina e la Lega.

Io proporrei di cambiare anche il nome fenicio di Palermo e quello greco di Agrigento, nomi troppo pagani che sono così lontani dai valori cattolici di Lombardo (sotto inchiesta per favoreggiamento mafioso) e i suoi adepti, fra cui l’illuminato Olivieri.

ANTUDO Olivieri! (Animus Tuus Dominus, ribellati al tuo padrone, gridavano gli insorti dei Vespri Siciliani).


One response to “Flags of our fathers

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: