La bestia più feroce, pt. 2

Come purtroppo molti di voi sapranno, Vittorio non ce l’ha fatta.

Il suo corpo è stato ritrovato impiccato in una casa abbandonata a Gaza.

Le parole che mi vengono nel commentare questa ennesima tragedia sono al minimo, tale è lo sgomento e l’amarezza che mi assale nel riferire di quanta crudeltà sia capace l’uomo e di quanto ingiusto sia stato il destino di questo ragazzo di trentasei anni che ha combattuto per la pace e la libertà in uno dei territori più devastati di tutto il pianeta.

Ha sacrificato la sua vita perchè i palestinesi possano avere condizioni umani, mentre lui è stato ucciso e trattato in maniera disumana. Da riconoscere c’è che senz’altro i suoi assassini oltre a essere delle ignobili bestie non faranno sicuramente della maggioranza del popolo che lui ha sempre strenuamente difeso, il popolo per cui Arrigoni si è sempre battuto.

La sua famiglia, segnatamente sua madre, Egidia Beretta sindaco del comune di Bulciago (LC), ha espresso il suo dolore, ma anche l’orgoglio di quanto ha fatto in vita suo figlio.

Le sue spoglie arriveranno in Italia lunedì, perchè oltre alla barbaria subita, bisogna pure constatare la mancanza di sensibilità delle autorità israeliane che per nessun motivo aprono le frontiere di Gaza nel fine settimana.

Un’ultima amarezza per questa storia penosa senza lieto fine.

Un’ennesima constatazione sulla gratuita crudeltà delle bestia più feroce del pianeta Terra, l’uomo.


4 responses to “La bestia più feroce, pt. 2

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: