Chi la fa l’aspetti

La campagna elettorale per le amministrative comunali di Milano è stata sinora una delle meno edificanti del già sconfortante panorama politico italiano. Sono volate accuse e colpi bassi, spesso infondati, alcuni infamanti.

Protagonista assoluta la famiglia Moratti con il sindaco uscente Letizia e la cognata Milly, l’una candidata alla rielezione e l’altra aspirante consigliere nella lista dell’avversario Pisapia. Due donne che non potrebbero più diverse.

La Milly, first lady degli interisti, si è lanciata in improperi banali su Berlusconi, che, secondo lei ha, fra l’altro snaturato l’identità del Milan, del quale lei si è confessata tifosa in gioventù. Cosa che tra l’altro nasconde il grande sforzo che dovrebbe fare in caso di sconfitta della cognata, ovvero quella promessa di gridare persino “Forza Milan”. Ma se è (era) milanista, che voto mai sarebbe? Risibile poi quell’accusa a Berlusconi. Lo credo bene che ha snaturato l’identità del Milan che lei ricordava da ragazza, prima era una società sempre in bilico economicamente e spesso perdente, adesso è una squadra vincente e fra le più amate e conosciute del mondo! Anzi, come piace tanto far notare all’entourage di Arcore, il Milan adesso è il club più titolato del mondo! Insomma di tante frecce che aveva al suo arco per attaccare Berlusconi, Milly ha decisamente scelto il peggiore.

Ma il fondo l’ha toccato Letizia con quell’infamante calunnia e la menzogna con la quale ha ignobilmente e ingiustamente accusato il suo contendente Pisapia di essere un ladro di automobili. Un procedimento che risale al 1977 e che si è concluso con una totale assoluzione. La cosa grottesca è che la Moratti accusa il suo avversario con le armi che lei e il suo leader si sentono continuamente usate contro, quella della giustizia e dei magistrati, nemici giurati del fantomatico “Popolo delle Libertà”.

Questo disarmante teatrino ha però portato una bella novità. Al momento infatti Pisapia pare essere in vantaggio di ben cinque punti percentuali nei confronti della sua avversaria, che molto probabilmente sarà costretta al ballottaggio, contro ogni previsione, dando una pesante spallata al Governo, dove la Lega potrebbe cominciare a fare la voce grossa, mandando tutto all’aria.

Così impari Letizia, chi la fa l’aspetti.


2 responses to “Chi la fa l’aspetti

  • klement

    Se Pisapia è tanto meglio della Moratti, poteva non continuare la sballata Via d’acqua dell’Expo. Invece ci mette pure il progetto ancor più demenziale di riesumare i navigli dopo 60 anni buttando all’aria la città

    • lucamangogna

      questo non avrei mai potuto dirlo all’epoca, visto che il mio era un giudizio sulla campagna elettorale di tre anni fa…certo è chel col senno di poi l’amministrazione Pisapia in molti temi ha fatto spesso confusione a danno della concretezza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: